Archive for March, 2009

RITMI SCONOSCIUTI (AL NOSTRO CORPO) [DUATHLON SPRINT CASCINA]

Sunday, March 22nd, 2009

Non è ancora passato marzo e sono già al secondo duathlon. Cosa mai vista…
Stavolta si va a Cascina, vicino a Pisa. Solita sveglia all’alba, visto che parto in treno da Rapallo e l’unico che c’è è alle 7 di mattina. La giornata per fortuna è splendida, sole senza neanche una nuvola. Arrivo in stra-anticipo. Con tutta calma sistemo la bici in zona cambio insieme a Cristian e al Pres (loro leggermente appesantiti dalla cenetta toscana della sera prima…tagliatelle al cinghiale, chianti…e come dimenticare la cinta senese del Pres). Manca ancora un sacco di tempo. Sto lì a cazzeggiare (il mio riscaldamento dura 2 minuti 2) e mi guardo intorno: oggi tra i partecipanti c’è un po’ di tutto, e infatti il Pres se ne lascerà dietro almeno 2 o 3!

So già che farò una gara moscia, non sto per niente bene uffa. 12.30 e si parte. Partenza veloce come al solito ma non alla morte. Infatti riesco a stare abbastanza “avanti” e anche a superare un bel po’ di gente (diciamo la verità, il livello non è molto alto). Percorso piatto, niente di speciale. Due giri. Dopo i 5 km sono troppo lenta per quelle davanti a me e troppo veloce per quelle dietro…mi faccio la bici da sola. Sto veramente di m…sono ferma. Va bè che devo fare, aspetto che passino i 20 km. Anche la bici è piatta, piattissima. A metà della bici mi raggiunge un gruppo di 5-6 e gli altri 10 km li faccio insieme a loro. In zona cambio però mi passano tutte avanti (prossima volta pedali “normali”…). No, questo non lo accetto! Le gambe si rifiutano, i polmoni stanno morendo, il cuore poverino si chiede che cacchio sta succedendo…ma devo raggiungerle cavolo! Con la forza della “disperazione” ce la faccio! Sta per venirmi un infarto ma le supero tutte e corro più che posso con la paura che mi raggiungano di nuovo…praticamente è come correre inseguiti da un cane rabbioso. Arriva il traguardo e loro sono ancora dietro, sollievo! Comunque prima o poi il corpo si ribellerà a questi ritmi violenti mai allenati…w l’endurance…

vale

[classifica 19/57 1:11:33 (0:20:01 - 0:39:37 - 0:11:55)]

pasta party

pasta party

Veleggiata inaspettata…

Sunday, March 15th, 2009

Oggi non pensavamo nemmeno di uscire in barca. Il meteo diceva che ci sarebbe stata una giornata più brutta, in tutti i sensi, rispetto a quella di sabato e forse anche pioggia. Alle 10.00 però il sole era ancora splendente e le nuvole tutte concentrate nell’entroterra.
Che fare? usciamo, per un breve giro alla volta dell’isola Gallinara (ormai l’abbiamo vista così spesso che potremmo dare un nome ad ogni albero).
Partiamo, con un po’ di svogliatezza, vento pochissimo ma c’è un bel sole.
Alla fine la giornata ci ha regalato un po più di vento rispetto a ieri e molto più sole… i libretti con il cotto e il pomodoro hanno allietato la ns voglia di sangue…
Verso mezzo giorno un incontro proprio inaspettato, poi così vicini alla costa, a mezzo miglio dalla Gallinara vediamo dei delfini intenti a pescare, incredibile chi lo avrebbe detto … belli ma un po lontani dalla ns barca per potergli fare una foto con il cellulare… (che reporter è ?)
L’idea di tornare in ufficio sta diventanto un incubo terribile, io comincio con i miei voli pindarici immaginando una vita in barca e mille modi di vivere LONTANO DALL’UFFICIO!!!!
Anche questa volta però il regionale per Milano ci attende, e sigh lo prendiamo … uffa

ivan

il tattico

il tattico

Un po’ di foschia all’orizzonte…

Saturday, March 14th, 2009

primo we in barca dell’anno … diciamo che forse non abbiamo scelto le date giuste, i bollettini meteo avevano opinioni discordanti in merito alla nuvolosità, ma per quanto riguarda il vento erano tutti concordi: cappa!!!

In effetti ce ne era abbastanza poco…ma dopo tanta assenza dalla barca alla fine non è stato male.
Partiamo da Loano con meta l’isola di Bergeggi… il poco vento rende il tragitto particolarmente lungo, niente da segnalare…
Diciamo che il brivido velistico a questo giro è un po’ mancato.
Verso le 15.00 cominciamo a tornare da Bergeggi, il vento sempre scarso e l’ultimo pezzettino verso Loano ce lo facciamo a motore.
La mia muffa si è subito fatta sentire, ormeggiando nel porto più semplice della terra e in totale assenza di vento son riuscito ad entrare storto … (ach … )
Va beh, comunque sia il sabato sembrava finito così, semplicemente…

ivan

il promontorio di Noli

il promontorio di Noli

rientrando a loano

rientrando a loano

PRIMA GARA DELL’ANNO! [DUATHLON SPRINT MANERBA]

Sunday, March 8th, 2009

Erano secoli che non facevo una gara, dall’estate scorsa! Allenamento insufficiente, sveglia domenica mattina alle 6…durante il viaggio in macchina tutti ci chiediamo “ma chi ce l’ha fatto fare?!”. Dopo vari tentativi falliti riusciamo ad imboccare la strada giusta e arriviamo a Manerba, tutto il corteo propatria al completo. Il paesaggio è così bello, con le montagne ancora innevate che fanno da sfondo al lago (mosso…c’è vento!), che vorremmo sdraiarci su un prato e passare la giornata al cazzeggio. Invece ligia al dovere sistemo tutto in zona cambio (la bici vicina alla mia è quella della Dogana: azz c’entro io?). Io in tenuta estiva ma si crepa di freddo! Si può notare quanto stia usando la bici ultimamente dal fatto che solo in quel momento mi accorgo che non ho il portaborraccia…

Va bè, arriva il momento del via. Partenza a razzo! Io e la Tessa praticamente in fondo, sperando che qualcuna delle altre ci rimanga secca…Infatti molte mollano così riesco a portarmi a metà del gruppo. Comunque non sono più abituata a ‘ste cose veloci, mi brucia pure la gola dal freddo, praticamente sto rantolando. Però il percorso è bello, soprattutto la parte lungolago. Seconda frazione un po’ meglio, la full immersion di bici a Cuba a qualcosa è servita. Percorso ondulato. Beh non si può parlare di salita ma qualche saliscendi c’è. In zona cambio ci metto una vita, anche perché dopo la bici ho le mani un po’ congelate. Ma ormai sto per finire la gara e solo per questo sono contenta. La Tessa è un po’ più avanti di me, la vedo, provo a raggiungerla ma non ci riesco. Però riesco ad accelerare fino all’arrivo, ed è già un miracolo. Faticaccia!!!

[Classifica 22/48 1:11:53 (0:20:07 – 0:37:19 – 0:11:44)]

vale

zona cambio

zona cambio


Copyright © 2017 VIA DALL'UFFICIO. All Rights Reserved.
No computers were harmed in the 0.210 seconds it took to produce this page.

Designed/Developed by Lloyd Armbrust & hot, fresh, coffee.